Il cambiamento climatico ormai in atto ha portato al susseguirsi di eventi meteo estremi, sempre più frequenti e di crescente intensità, come ad esempio le cosiddette “bombe d’acqua”, ovvero rovesci di pioggia torrenziali concentrati in frazioni di tempo ridotte rispetto all’andamento storico di durata dei temporali. In altre parole, ciò che contraddistingue la natura dei fenomeni meteo estremi odierni è , da un lato, l’aumento della frequenza e dell’intensità, e, dall’altro, la riduzione della durata temporale che ne aumenta la violenza.

Per farvi fronte in maniera adeguata in territori attraversati da corsi d’acqua, prevenendo il rischio di esondazioni che possano danneggiare l’abitato e le attività produttive, specie agricole, occorre metterli in sicurezza tramite, ad esempio, casse di espansione controllate in grado di assorbire tali esondazioni e altri interventi di rinaturalizzazione dei corsi d’acqua.  Un’esperienza  di eccellenza in questo campo, che sta facendo scuola in tutto il nostro paese,  è stata realizzata nel bacino del fiume Ronco, in Emilia Romagna.

Di questo progetto si è parlato nel corso della tavola rotonda che ho moderato in occasione di Festambiente in area Ronco Lido a Forlì,  organizzata il 20 settembre  da Legambiente in collaborazione con l’associazione VRG – Via Romea Germanica e il coordinamento provinciale Forlì-Cesena delle associazioni di volontariato per la protezione civile, e il patrocinio del Comune di Forlì.

Nell’occasione, alla presenza del sindaco di Forlì, si è parlato della necessità di recuperare l’intera area verde che interessa il bacino dei tre fiumi pertinenti al territorio forlivese (Ronco, Montone e, più limitatamente, Rabbi), con un piano di riqualificazione che comprenda interventi di messa in sicurezza idraulica e di rinaturalizzazione, come, ad esempio, rimboschimenti e l’abbattimento degli argini artificiali per consentire ai fiumi di espandersi nelle fasi di piena.  Un progetto di legge di iniziativa popolare punta proprio a realizzare questi interventi.

Per informazioni più dettagliate sulla rinaturalizzazione del fiume Ronco, cliccare sul link  RiqualificazioneFluvialeRomagna

 

 

Silvia Zamboni

Giornalista – Ambiente e Sostenibilità, Energia e Cambiamenti Climatici, Economia Circolare, Green Economy, Sharing e Digital Economy, Mobilità Sostenibile, Turismo Sostenibile, Agricoltura e Manifattura Biologica, Politiche Ambientali Europee.
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.