GREEN MANAGER NELLA PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA DELL’EMILIA-ROMAGNA
In Emilia-Romagna anche la filiera delle produzioni cinematografiche si tinge di verde e si apre alla transizione ecologica. Grazie alla risoluzione di Verdi – Europa Verde Emilia-Romagna approvata dall’Assemblea legislativa il febbraio scorso a sostegno di percorsi di formazione dei #GreenManager, questa categoria di esperti, in possesso di competenze multiple in campo energetico-ambientale, è stata inserita nella Guida alla Produzione stilata dalla Regione. I Green manager sono figure sempre più strategiche per rispondere alle nuove sfide ambientali e climatiche che noi Verdi abbiamo sostenuto e promosso con la mia risoluzione sollecitando la Giunta regionale a sostenerne la formazione e l’adozione nelle sue politiche e bandi.
D’ora in poi ogni produzione cinematografica, in fase di accesso alla richiesta di cofinanziamenti regionali, dovrà produrre obbligatoriamente un piano di sostenibilità e un piano rivolto all’ottimizzazione dei trasporti, per ognuno dei quali deve essere designato un Green manager. Arpae, partner incaricato del ruolo di ente certificatore, durante la produzione verificherà periodicamente le attività svolte da queste figure per garantirne la corrispondenza ai compiti assegnati al ruolo di Green manager.
Per noi Verdi/Europa Verde la scelta di inserire i Green manager nella produzione cinematografica va nella giusta direzione per la conversione ecologica della nostra regione e per affrontare l’emergenza climatica in atto. Attrarre e promuovere le produzioni di opere cinematografiche sul nostro territorio rappresenta una opportunità di crescita economica e culturale, ma non può prescindere da un onere ineludibile: il rispetto e la valorizzazione del patrimonio ambientale che le ospitano.
Il futuro della svolta verde è nei green job: nelle imprese private come pure nella pubblica amministrazione. Con questo bando si è fatto un passo avanti!
09

Silvia Zamboni

Giornalista – Ambiente e Sostenibilità, Energia e Cambiamenti Climatici, Economia Circolare, Green Economy, Sharing e Digital Economy, Mobilità Sostenibile, Turismo Sostenibile, Agricoltura e Manifattura Biologica, Politiche Ambientali Europee.