Siamo abituati ad una Germania prima della classe in campo ambientale (scandalo Volkswagen a parte). Eppure, per quanto riguarda la penetrazione dell’economia circolare, la pagella del primo Paese manifatturiero d’Europa presenta anche brutti voti.

Nell’intervista a Henning Wilts, responsabile del settore economia circolare del centro di ricerca su ambiente, clima, energia  Wuppertal Institut uscita sul numero di gennaio-febbraio 2017 della rivista Materia Rinnovabile/Renewable Matter, emergono le contraddizioni, i punti di forza e di debolezza del sistema-Germania.

Leggi l’articolo:

http://www.renewablematter.eu/it/art/287/Sorpresa_la_Germania_e_poco_circolare

 

 

Silvia Zamboni

Giornalista – Ambiente e Sostenibilità, Energia e Cambiamenti Climatici, Economia Circolare, Green Economy, Sharing e Digital Economy, Mobilità Sostenibile, Turismo Sostenibile, Agricoltura e Manifattura Biologica, Politiche Ambientali Europee.
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.